Caricamento Eventi

VARIAZIONE USCITA

______________________

Causa condizioni sanitarie ancora in corso e limitazioni richieste per il numero dei partecipanti, l’uscita di due giorni è sostituita da un’escursione di un giorno per due gruppi partecipanti con caratteristiche E ed EEA, come da informazioni di seguito riportate.

 

Escursione ai Laghi di Bombasel m. 2268 e Ferrata Cermiskyline al Castel de Bombasel m.2535

Con le auto si sale dai Masi di Cavalese al Dos dei Laresi a 1280 m. dove si parcheggia. Da qui si prosegue con gli impianti di risalita fino alla seconda stazione della funivia del Cermis a quota 2.000 m., da dove ha inizio la nostra escursione.

Un evidente e ben indicato sentiero che attraversa il bosco ci consente di evitare la strada sterrata che sale con percorso più lungo al Paion del Cermis, a quota 2.229 m.

Seguiamo il segnavia SAT 353 (anche L03), passando per il punto panoramico “Panoramio Lagorai 360″, e proseguendo poi fino alla forcella del Bombasèl. Scendiamo la ripida scalinata e raggiungiamo subito il sentiero che ci condurrà in circa 40 minuti direttamente ai Laghi di Bombasel a 2.268m. Un’escursione facile, panoramica, a misura di famiglia. Ad aspettarci un meraviglioso lago verde smeraldo con sfumature blu zaffiro e altri specchi d’acqua più piccoli, con splendida vista a nord su tutta la Val di Fassa e le cime dolomitiche circostanti. Ai laghetti si fermerà il gruppo degli escursionisti, con rientro previsto verso il rifugio Paion del Cermis, per lo stesso sentiero L03/353 dell’andata e sosta al Rifugio in attesa dl secondo gruppo.

Per i più esperti, appassionati di ferrate, il percorso proseguirà in leggera salita fino alla Forcella del Macaco 2278m. dove troveremo le indicazioni per l’attacco della ferrata Cermiskyline: lVertigo. Qui la ferrata CermiSkyline, superando le balze verticali della cresta nord-est, sale verso la vetta della massiccia mole del Castel di Bombasel a 2.535m.

Raggiunta la croce di vetta la discesa si effettuerà lungo la via attrezzata Highway, il percorso si sviluppa sulla cresta nord-ovest fino alla Standing Stone, per proseguire in salita verso l’altrettanto bella e panoramica cima del Cimon del To della Trappola m.2401.

Ritorno per traccia evidente fino alla Forcella di Bombasel ed al rifugio Paion del Cermis o allo Chalet.

 

DIFFICOLTA’: Ferrata con brevi passaggi di media difficoltà. E’ importante essere prudenti per entrambi i percorsi attrezzati ed è obbligatorio indossare il casco, l’imbrago ed il kit da ferrata

 

globe_icon Gruppo Lagorai – M. Cermis

park_icon

level_icon 350 m (E) – 750 m (EEA)

diff_icon Gruppo 1: E – Gruppo 2: EEA

point_icon Piazzale ex bersaglio Domenic h 6,00

home_icon

time_icon 2,5 ore (E) – 5 ore (EEA)

backpack_icon Escursionistico + ramponi (per tutti) + set da ferrata

______________________

Prenotazione obbligatoria entro fine maggio – Posti disponibili max 20

Sabato: dalla località Baesa, dove si parcheggia, percorrendo il segnavia n. 325, mulattiera per una prima parte e sentiero nella seconda, si può raggiungere il rifugio Agostini in 4 ore di cammino, 10 km e 1600m di dislivello.

Possibilità di servizio fuoristrada fino al rifugio al Cacciatore a 1800m, per poi proseguire a piedi per 600m e ore 1,30 di cammino. Costo 10€ sola andata.

Domenica:

il gruppo degli escursionisti scenderà dal rifugio alcune decine di metri per dirigersi a sinistra, al primo bivio, verso il Passo della Forcolotta a 2423m e da qui proseguire sul sentiero Palmieri fino al Rif. Pedrotti a 2491m.

Il ritorno sarà effettuato sullo stesso percorso almeno fino alla Forcolotta, per poi scendere verso il rifugio Cacciatore e riprendere il fuoristrada per il lungo ritorno.

Il gruppo alpinistico, dal rifugio Agostini proseguirà in direzione nord per l’avvicinamento all’attacco della ferrata Ettore Castiglioni,  caratterizzata da molte scale esposte, fino a raggiungere la Bocchetta dei Due Denti 2859m e poi scendere sulla Vedretta di Prato Fiorito, verso il rifugio XII Apostoli a 2488m.

Il ritorno sarà effettuato percorrendo il Sentiero dell’Ideale, che risale la vedretta d’Agola fino alla Bocchetta dei Camosci a 2770m, per poi proseguire fino alla Bocca d’Ambiez 2841m, quindi scendere a destra su sentiero roccioso n. 358 e giungere nuovamente al rifugio Agostini.

Infine si scenderà al Rif. Cacciatore per il rientro con fuoristrada, costo 10€, insieme agli escursionisti.

 

globe_icon Alpi Retiche Meridionali – Dolomiti di Brenta – Val d’Ambiez

park_icon Ponte Baesa (TN) – 796 m

level_icon Sab: 610 m (facoltativo 1600m) – Dom: 250 m (E) – 450 + 360 m (EEA)

diff_icon Gruppo 1: E – Gruppo 2: EEA

point_icon Piazzale ex-Bersaglio Sabato ore 7.00

home_icon Rifugio Agostini – 2410 m

time_icon Sab: 2 ore – Dom: 4 ore (E) – 2,5+3,5 ore (EEA)

backpack_icon Escursionistico + ramponi (per tutti) + set da ferrata

 

Condividi questo appuntamento!

Legenda:

globe_icon Località destinazione

park_icon Punto di partenza

level_icon Dislivello totale in salita

time_icon Tempo complessivo

point_icon Ritrovo

home_icon Punto di appoggio

diff_icon Difficoltà

backpack_icon Equipaggiamento

icon_info Informazioni

Torna in cima