Caricamento Eventi

L’ultimo tratto della valle del Caffaro è un misto di rocce calcaree e silicee e costituisce un vero orto botanico.

Si parte dall’edificio dell’Enel e si imbocca il sentiero acciottolato n. 26, che risale ripidamente con due bei tornanti. Poi la strada si fa meno ripida e costeggia un lungo tratto  di bei prati.

Quindi attraversa un torrentello ed entra in una grande conca pianeggiante a circa 1800m, dove troviamo un rudere abbandonato.

Dopo vari saliscendi il sentiero giunge in una grande conca dove sorge il bivacco Blumone.

Il gruppo 2 prosegue a dx sul n. 635, passando per il bivio per il passo del Gelo e due grandi laghi semiintorbati.

Qui si inizia a salire tra rocce silicee, per la bella strada militare, che porta al passo di Serosine, dove ancora sorgono resti di una vera cittadella militare a 2426m.

Il ritorno è possibile per lo stesso percorso ma, con un poco di buona volontà, si può chiudere l’anello raggiungendo la base dei monti Serosine e Gelo, il passo del Gelo a 2318m e il bivacco Blumone.

 

globe_icon Alpi Retiche Meridionali – Alpi dell’Adamello e della Presanella – Gr. Adamello

park_icon Piana del Gaver (BS) – 1500 m

level_icon 600 m (E) + 350 m (EE)

diff_icon Gruppo 1: E – Gruppo 2: EE

point_icon Piazzale ex-Bersaglio Domenica ore 6.30

home_icon Bivacco Blumone – 2100 m

time_icon 5-7 ore

backpack_icon Escursionistico

Condividi questo appuntamento!

Legenda:

globe_icon Località destinazione

park_icon Punto di partenza

level_icon Dislivello totale in salita

time_icon Tempo complessivo

point_icon Ritrovo

home_icon Punto di appoggio

diff_icon Difficoltà

backpack_icon Equipaggiamento

icon_info Informazioni

Torna in cima